giovedì 4 febbraio 2016

LIVE REPORT:. HELLOWEEN e RAGE Live Alcatraz a Milano 31 Gennaio 2016


HELLOWEEN e RAGE  a Milano  Alcatraz   31/01/16 

La calata in terra Italica  delle "zucche tedesche" di Amburgo, rappresenta da sempre qualcosa di suggestivo e imperdibile per ogni metal  true defender old school, nonchè un''appuntamento difficilmente rinunciabile.
Sono sempre  stati molto amati a seguiti qua da noi, e anche in questa unica data in programma all'Alcatraz di Milano a fine gennaio, non sono state tradite le attese, con una buona affluenza di pubblico proveniente anche da molto lontano, stimabile attorno alle 1500/1700 unità.
Complice anche un supporto di tutto rispetto quali gli storici Rage, band invece tutt'altro che avvezza a frequentare i nostri palcoscenici, cosa che ha dato certamente  più di un imput e stimolo all'acquisto del ticket.
Dopo la classica sosta di rito alla bancherella della merchandising per l'acquisto dell 'immancabile t-shirt ricordo, appena mi avvicino al palco, vengo travolto dal muro di suono che i Rage stanno  creando, con un'incessante martellamento ai timpani, che pero' non mi è "entrato dentro".
Ammetto di conoscere poco la band e di non averla praticamente mai seguita, eccetto  attraverso sporadici ascolti in rete, ma trovo la loro proposta molto ripetitiva, statica e con pezzi che come si dice in gergo televisivo non "bucano lo schermo", scivolando via senza colpire. 
Nulla da dire sulla prestazione tecnicamente ineccepibile e priva di sbavature di Peter Wagner e soci, ma onestamente non mi hanno tramesso nulla...pazienza.



Ma ora concentriamoci sul piatto forte della serata, gli Helloween, capitanati da Michael Weikath !
Dopo una breve pausa per il cambio palco e il montaggio della scenografia, alle ore 21 in punto i nostri eroi irrompono sul palco milanese, dimostrandosi in forma smagliante e con una gran voglia di divertirsi e divertire tutti i fans accorsi!  
"Eagle fly free" e "Dr Stein" sono i primi 2 classici scelti per scaldare la serata e mandare subito in visibilio il pubblico, e per dimostrare che Andi Deris oltre ad essere un'ottimo cantante, non teme confronti con un passato scomodo e antipatico dell'era Kiske, dove spesso gli è stato imputato di non essere all'altezza di cantarli.
E il buon Andi a queste critiche ha sempre risposto da grande professionista qual 'è, e cioè  usando il microfono come arma, dove anche stasera ha dimostrato di non far rimpiangere un passato remoto direi, non temendo alcun confronto con il blasonato e illustre collega Kiske, uscito per la cronaca dagli Helloween ancora nel  lontanissimo 1993..non esattamente ieri! 
Dopo questa breve ma doverosa premessa, il concerto prosegue con il primo estatto del nuovo disco a cui questo tour fa ovviamente da supporto, "My God -Given Right", convincente ed incisiva, come le altre "Lost in America" ed "Heroes", confermando  la buona impressione che ho avuto sin dal primo ascolto di "My God..","Steel tormentor", "Waiting for the Darkness", " Power" , " Mr.torture" , hanno messo letteralmente a "ferro e fuoco" il locale, coinvolgendoci tutti  in un headbaging senza sosta, per la felicità degli Helloween stessi. 



I nuovi innesti Sasha e Loeble (rispettivamente chitarra e batteria), sono più di una certezza oramai, consolidati e ben amalgamati con gli storici Michael, Markus ed Andi, capaci di trascinanti e coinvolgenti  nelle loro performance!
"Straight out of hell", ci riporta a cose piu' recenti, prima di  trusciarci gli occhi con l'intensa e commovente "Forever and one (Neverland)", pezzo di rara bellezza compositiva, in cui Deris sfoggia tutta la classe di cui è dotato dietro il microfono, tirando fuori una prestazione sontuosa ed ineccepibile.
Infine il medley  "Halloween / I  Can / Sole Survivor / Are you metal ? / Keeper of the seven keys"  appare quantomai gradito ed azzeccato, a molti non piacciono, io trovo invece che sia un modo per riassaporare il meglio della loro discografia, dovendo per ovvi motivi fare delle scelte prioritarie in scaletta. 
Gran finale con altri tre classici, ovvero "Before the war ", "Future World" e "I WANT OUT", che potremmo definire il loro inno per eccellenza, che mi ha tolto quel filo di voce che mi era rimasto ancora, a furia di cantare incessantemente il ritornello! 



Concerto magistrale, scaletta mostruosa, band in forma strepitosa....che vogliamo ancora chiedere agli Helloween??? 
una cosa sola....di ritornare presto in italia!!!

Halloween sito: http://www.helloween.org








Riguardo chi scrive

Associazione Artistinolimits

Autore & E-Writer - Blogger

Periodicamente, quasi come un Magazine ci divertiremo a scrivere le nostre sensazioni e le esperienze che viviamo nella Musica. Cercheremo di essere puntuali con Notizie, Recensioni e magari riferirvi di qualche bella chiaccherata fatta in compagnia di personaggi che "fanno" Musica

3 commenti:

 

Musica Follia © 2015 - Designed by Templateism.com, Plugins By MyBloggerLab.com