Recensione:. Dave Bickler - Darklight (2019)


Dave Bickler - Darklight (2019)

Dopo anni passati a fare jingle per pubblictà di successo e un breve ritorno al suo gruppo dei Survivor, Dave Bickler finalmente pubblica il suo primo album da solista.

La verità è che siamo in molti a chiederci perché Bickler non lo abbia prima, lui che è autore di una delle più famose hit rock "Eye of the tyger", celebre colonna sonora per il film Rocky III.

Abbiamo già chiarito di chi stiamo parlando, possiamo andare avanti con "Darklight", che è composto da 10 brani, che sono pubblicati su vinile, CD e digitale.

Questa produzione ci regala un rock melodico e moderno, senza perdere un certo sapore classico.
La traccia "Fear Of The Dark" ldeborda dal classico hard rock passando a momenti simili a quelli di Alice In Chains mentre "Time" punta più chiaramente all'alternative rock.
Siamo d'accordo che Dave è stato raggiunto nella line-up da Ryan Hoyle (Collective Soul) alla batteria. L'anima di questo brano è il proprio il drumming nervoso.
Non troppo lontano da questa ondata di sonorità si trova il basso di Brad Smith (Blind Melon), conosciuto alfiere del genere grunge e poi alla corte dei Guns And Roses.

Il produttore nominato ai Grammy Steve DeAcutis (Vanilla Fudge, Corey Glover, Vinnie Moore, Overkill, ecc.) è responsabile della produzione di questo debutto ed è anche responsabile dei suoni della chitarra.
Dave Archer è al piano e il vincitore del Grammy Award Alan Douches (Fleetwood Mac, Yes, Mastodon, Monster Magnet, ecc.) è altro punto cardine del sound vivace e variabile che troviamo nall'album.
Chiudendo questa recensione, e mettendo in chiaro che Dave mantiene una voce impeccabile, ci sono paltri elementi che completano "Darklight" come i suoni comunemente usati per ciò che è noto per il genere "Americana" che amalgama varie influenze della musica americana (country, R & B, folk) come si può ascoltare in "Sea of ​​Green", mentre "Hope" ha il taglio melodico e qualche reminiscenza dei Beatles, stabilito che Bickler lo dichiara pure! 
Tutto questo è affermato dallo stesso cantante dei Survivor quando mi raccontò "Ho visto The Beatles in (lo show televisivo di) Ed Sullivan quando avevo 11 anni, ed è per questo che volevo vivere una esperienza in una rock band
E poi, alla fine degli anni '80 Dave è una rockstar che vive intensamente di musica.
Negli anni '90 arrivarono band come Nirvana e Soundgarden e Pearl Jam, e mi piacevano molto quelle band. Pensavo che fossero molto rinfrescanti e mi hanno anche influenzato"

Fino al momento in cui sto  scrivendo questa recensione, Bickler aveva un promo da offrire alla stampa, un box che includeva il cd, una maglietta, una canzone digitale "Dark and Light" che non è inclusa nell'album e un vinile firmato dallo stesso Bickler. 
Se è ancora disponibile, puoi scaricarlo QUI


La versione digitale può essere acquistata sulle piattaforme più popolari di materiale musicale come Spotify, Google Play, Shazam, ecc.



Dave Bickler voice, guitar
Ryan Hoyle drums
Brad Smith bass
Steve DeAcutis guitar
Dave Archer piano


Track list:

1. Hope
2. Kaleidoscope
3. Fear Of The Dark
4. Magic
 5. The Gift
 6. Always You
 7. Time
 8. Sea Of Green
 9. Lights
 10. Angel Heart
11. The Sky Is Falling


Articolo per gentile concessione di Lucas H. Gordon


Riguardo chi scrive

AREA SISMICA

Autore & E-Writer - Blogger

Periodicamente, quasi come un Magazine ci divertiremo a scrivere le nostre sensazioni e le esperienze che viviamo nella Musica. Cercheremo di essere puntuali con Notizie, Recensioni e magari riferirvi di qualche bella chiaccherata fatta in compagnia di personaggi che "fanno" Musica

0 commenti:

Posta un commento

 

Musica Follia © 2015 - Designed by Templateism.com, Plugins By MyBloggerLab.com